Topics

Frodi e abusi di carte di credito

Corte di Cassazione, sez. II penale, sentenza 29 luglio 2019 (ud. 18 aprile 2019), n. 34466/2019 Pres. Geppino Rago – Rel. Antonio Saraco

La circostanza attenuante di cui all’art. 62, comma 1, n. 4 c.p. (speciale tenuità del danno patrimoniale) non è applicabile al delitto di indebito utilizzo di carta di credito di cui all’art. 493-ter c.p. (inserito dal d.lgs. 1 marzo 2018, n. 21, già art. 55 co. 5 d.lgs. 21 novembre 2007 n. 231), trattandosi di delitto la cui previsione è posta a salvaguardia di beni fondamentali, quali l’interesse pubblico a che il sistema elettronico di pagamento sia in qualsiasi caso utilizzato in modo corretto nonché la fede pubblica. Inoltre, trattasi di reato contrassegnato da maggiore disvalore sociale.

The attenuating circumstance provided by art. 62, par. 1, no. 4 c.p. (particularly tenuous damage) is not applicable to the undue use of credit cards provided by art. 493-ter c.p. (introduced by d.lgs. 1 marzo 2018, n. 21, already art. 55 co. 5 d.lgs. 21 novembre 2007 n. 231), because it is a crime whose provision is set to preserve fundamental goods, such as public interest in the correct use of electronic payment systems and public faith. Moreover, the undue use of credit cards is connotated by a great social disvalue.

Conformi: Corte di Cassazione, sez. II penale, sentenza 26 novembre 2012 (ud. 15 novembre 2012), n. 45902/2012, Pres. Giuseppe Cosentino – Rel. Roberto Maria Carrelli Palombi di Montrone; Corte di Cassazione, Sez. IV penale, sentenza 18 gennaio 2019 (ud. 13 dicembre 2018), n. 2319/2019, Pres. Salvatore Dovere – Rel. Giuseppe Pavich.

×